Frico

Fratelli Jabłkowscy, Polonia

I grandi magazzini dei Fratelli Jabłkowscy furono inaugurati il 7 novembre del 1914. Rifornendosi direttamente dai produttori, riescono a saltare la catena di intermediari e quindi a praticare prezzi più bassi.

Per rendere più piacevole lo shopping dei clienti, è stata aperta una caffetteria al terzo piano. In estate sulla terrazza sul tetto vengono serviti kefir e succhi di frutta per promuovere idee per uno stile di vita all'insegna del benessere.

I grandi magazzini vissero l'apice del loro splendore nel periodo tra le due guerre. Nel 1939 erano l'unica attività di questo tipo in tutta Varsavia. I grandi magazzini ebbero un ruolo attivo durante l'occupazione e sostennero gli insorti durante la Rivolta di Varsavia, fornendo loro cibo, vestiti e scarpe. I grandi magazzini dei Fratelli Jabłkowscy erano uno dei pochi edifici esistenti nella zona all'epoca dei bombardamenti di Varsavia, a cui fortunatamente sopravvissero. Nel 1945 riprese la vendita e la distribuzione di beni UNRRA.

Nel maggio del 1950 i grandi magazzini e l'edificio che li ospitava furono nazionalizzati. Dal 1951 al 1970 l'edificio fu sede dell'Orfanotrofio Centrale e in seguito della Casa della Calzatura e uffici, e, dal 1992, dei grandi magazzini "Arka". Nel giugno del 1996 l'azienda fu ripristinata e i Fratelli Jabłkowscy tornarono nell'edificio commerciale al numero 25 della via Bracka.

L'architettura classica dei Nowy Dom Jabłkowskich è ispirata ai massimi standard dell'architettura anteguerra e si caratterizza per l'elegante facciata in pietra. Le enormi vetrate in legno assicurano un'illuminazione diurna ottimale agli ambienti interni.

Al piano terra del nuovo edificio ha sede uno degli operatori di telefonia mobile polacchi. Agli ingressi sono installate due unità ADCSV25WL con sistemi di controllo Sire.


Seguici sui nostri canali social
Feedback